Scooter sharing: la nuova rivoluzione del trasporto condiviso

A Roma invece gli utenti hanno una scelta più ampia, con due realtà in rapida crescita, a partire da eCooltra, che offre già dall’estate 2017 una flotta di 250 scooter elettrici a flusso libero. Il servizio, già diffuso a Barcellona e Lisbona, funziona in modo in tutto e per tutto simile a quello delle più popolari automobili, e offre anche un servizio di personale di cambio, addetto alla sostituzione delle batterie quando il mezzo non è in uso.

Stesso funzionamento per la flotta di Zig Zag, che al momento conta 200 mezzi ma punta ad un totale di 400 e ad espandersi anche in altre città.

Sempre nella capitale è in fase di sviluppo la startup 2Hire, che metterà a disposizione una piccola flotta di scooter 100% elettrici, utilizzabili tramite app. Non sarà quindi necessaria alcuna chiave di accensione, ma sarà possibile far tutto, dalla prenotazione alla messa in moto, con il proprio smartphone.

Il trasporto elettrico condiviso, che va ad integrare e non a sostituire il trasporto familiare, rappresenta il nuovo concetto di mobilità individuale e sostenibilità ambientale; grazie ad esse è possibile tutelare sia il proprio diritto al movimento, sia l’ambiente.

Noi di EcoSost siamo da sempre attenti al trasposto sostenibile, per questo sul nostro sito è possibile trovare informazioni più dettagliate sui servizi di car e scooter sharing.

Registrati Gratis ad EcoSost e scopri i punti di Scooter Sharing più vicini!