Tra i 1000 e i 1500 mezzi saranno impiegati per il nuovo servizio di scooter sharing a Milano.

Un progetto ispirato a quello di car sharing in funzione nel comune lombardo già da tempo. L’Assessore alla mobilità del Comune di Milano, Maran, ha annunciato l’uscita del bando per i potenziali operatori che gestiranno il servizio. Entro il 2014 il bando, ad inizio 2015 l’avvio del servizio, tra Gennaio e Febbraio, un po’ prima di Expo, in modo tale da avere almeno un mese per monitorare il servizio e rilevare eventuali problemi e interventi da effettuare. Sulla scia del successo del car sharing, dunque, i milanesi potranno disporre di scooter da noleggiare in tutte le zone della città. Il car sharing ha già fatto registrare a Milano una significativa diminuzione dei possessori d’auto, di conseguenza, un decongestionamento di traffico e una diminuzione di problemi di parcheggio. Nelle grandi metropoli, sono entrambi problemi che l’amministrazione si trova continuamente a dover affrontare. Non è un caso dunque che nella volontà di Maran ci sia quella di partire prima dell’ Expo, viste le migliaia di persone attese e il conseguente incremento di traffico già che è naturalmente previsto. Lo scooter sharing non risolverà certamente il problema, ma alleggerirà di molto la situazione. Inoltre lo scooter è un mezzo meno impegnativo dell’auto, che sarà sicuramente preferito dai più giovani.

L'Assessore Piefrancesco Maran