Un design ecosostenibile? Modulabile, trasformabile e riparabile. Sono questi i cardini attorno ai quali ruota il lavoro di Giorgio Caporaso, designer di Varese che ha fatto del riuso dei materiali e dell'attenzione all'ambiente il proprio marchio di fabbrica. Caporaso utilizza cartone e legni riciclati abbinati a nuovi materiali ecocompatibili come Filtrinext per creare oggetti adattabili, in grado di cambiare a seconda delle esigenze e di modificarsi insieme all'uomo. L'obiettivo è quello di un prodotto in grado di durare nel tempo, un oggetto leggero, facilmente assemblabile ma pronto a tutti gli usi quotidiani. Dai suoi studi ha preso vita X2chair, seduta in cartone, in grado di trasformarsi in divano, ribaltarsi in una sedia da tavolo o sdraiarsi per il riposo, oppure Tappo, tavolino per i device elettronici in grado di adattarsi ad ogni ambiente grazie alla superficie a led multicolore (c'è anche una versione con licheni scandinavi).

Il lavoro di Caporaso sarà in mostra a villa Recalcati di Varese fino al 27 aprile con Dreams on the move. L'esposizione col sottotitolo di “Le mille anime dell'ecodesign” è inserita tra gli eventi del Fuorisalone che si svolgerà a Milano durante la settimana del design (8/13 aprile 2014).