Ogni giorno milioni di chilometri di strade sono esposti alla luce del sole. Perché non trasformarli in una fonte di energia pulita? A farsi questa domanda sono stati Scott e Julie Brusaw, fondatori della Solar Roadways, una start-up statunitense specializzata in energie rinnovabili.

La Solar Roadways ha sviluppato un nuovo tipo di pavimentazione stradale che include al suo interno pannelli fotovoltaici. «La sfida era di riuscire a costruire una superficie di vetro che fosse aderente e resistente, così che nessuno andasse fuori strada alla prima pioggia e che nessun mezzo pesante potesse rovinarla» spiega Scott Brusaw.

Il risultato è stato un nuovo tipo di superficie che ha più aderenza del normale asfalto e ha bassi costi di manutenzione. Inoltre la superficie ha al suo interno dei led per illuminare le linee stradali e per dare informazioni segnaletiche agli automobilisti.

Questo tipo di pavimentazione potrà essere utilizzata per strade e parcheggi capaci di fornire energia alle città e in cui sarà possibile ricaricare la propria auto elettrica. Secondo Brusaw se tutte le strade degli Stati Uniti fossero pavimentate in questo modo, verrebbe prodotta più energia del fabbisogno nazionale.

Attualmente la Solar Roadways sta svolgendo una campagna di crowdfunding per assumere nuovi ingegneri, migliorare il proprio prodotto e iniziare a testarlo su strade e parcheggi.

La regista Michèle Ohayon ha realizzato un documentario sulla Solar Roadways.