Gli scienziati del Botswana e della Namibia hanno scoperto che la migrazione più lunga al mondo è compiuta dalle zebre dell'africa meridionale dal fiume Chobe in Namibia fino al parco nazionale Nxai Pan in Botswana. Il viaggio che questi animali fanno ogni anno da nord a sud e viceversa è di 500 chilometri. 

Fino a oggi si credeva che il percorso migratorio più lungo fosse quello attraverso le pianure del Serengeti. La scoperta è stata possibile grazie al posizionamento di collari muniti di segnalatore Gps su otto zebre. Tra queste una è morta, probabilmente uccisa da un leone, e di un altra si è perso il segnale, forse a causa di un guasto al collare. 

Il prof. David Wilcove dell'università di Princeton, che ha partecipato alla ricerca ha dichiarato al New York Times che la scoperta «è molto importante» e ha aggiunto: «questo conferma quanto poco sappiamo sulle migrazioni animali».

Mentre Robin Naidoo, uno scienziato del World Wildlife Fund, ha rilevato come gran parte dell'Africa del sud sia piena di barriere e recinzioni che ostacolano il movimento degli animali, per questo «è piuttosto emozionante aver scoperto una migrazione di questa portata».

Guarda il video: