Passare tempo al parco fa bene, soprattutto ai più piccoli: gli studi hanno riscontrato numerosi effetti positivi che derivano dal trascorrere tempo in mezzo alla natura.

Innanzitutto i parchi permettono di passare qualche ora lontano da traffico e rumore e, soprattutto, dallo smog, grazie alla vegetazione che riduce il diffondersi delle sostanze inquinanti.

Essere in un parco risveglierà la fantasia dei bambini che troveranno nuovi modi fantasiosi per giocare in mezzo alla natura. Soprattutto per i più piccoli, giocare significa imparare ed è provato che il gioco è un elemento critico nel futuro del bambino. Inoltre, giocare aiuta lo sviluppo muscolare, la coordinazione e le abilità di ragionamento e linguistiche.

Passare qualche ora al parco dà l’opportunità di socializzare con famiglia e amici, riducendo lo stress, e il fatto di ritrovarsi con nuove persone in nuove situazione rinforza lo sviluppo cognitivo del bambino.

La semplice vicinanza di zone verdi è stata associata ad un aumento dell’autocontrollo, alla diminuzione di problemi comportamentali, ad un migliore andamento scolastico e ad un miglioramento dello stato di salute in generale.

Da non sottovaluare un ulteriore aspetto: i parchi offrono tantissime opportunità per muoversi e fare attività fisica. Il movimento, oltre a migliorare il senso di benessere a livello emotivo, serve per contrastare sovrappeso e obesità e migliora la qualità del sonno, grazie all’attività all’aperto.

Ti potrebbe interessare: ricerca parchi e aree verdi nella tua zona.