Oggetti, teli e altre creazioni artistiche realizzate con materiale di scarto come la plastica: questo è quello che si può ammirare ne L’arte dei rifugiati - Un contributo di REFUGEE ScART alla città eterna, in mostra fino al 22 febbraio all’aranciera di Villa Borghese.

L’iniziativa è parte di un progetto più ampio, che spicca per impegno civico e aspetto umanitario, realizzato da Spiral Foundation con il nome di REFUGEE ScART: quello cioè di coinvolgere rifugiati politici provenienti dall’area sub-sahariana in attività di recupero e riciclo di materiali da discarica.
Il Colosseo, la chiesa di Trinità dei Monti, il Vittoriano: questi solo alcuni dei soggetti scelti che sono stati riprodotti usando materiale raccolto nelle piazze e nelle strade limitrofe ai monumenti oggetto di questa trasformazione. Un’iniziativa che si fa portavoce del messaggio di salvaguardia delle aree artistiche di pregio, con la pulizia e la conversione del degrado e della sporcizia in gesti commemorativi.

Il progetto REFUGEE ScART nasce nel 2011 e in poco più di tre anni ha permesso di raccogliere ben dieci tonnellate di plastica riconvertite in creazioni funzionali, piene di colori e curatissime nei dettagli, come borse, portafogli e oggetti per la casa.

     

Un processo virtuoso e creativo che ha generato anche importantissimi fondi a disposizione dei rifugiati stessi, che con enorme spirito di solidarietà hanno deciso a loro volta di donarne una parte al Poliambulatorio mobile di Castel Volturno, via Emergency, in aiuto ad altre persone bisognose.

Queste le parole, che meglio descrivono lo spirito dell’iniziativa, dello scrittore e grandissimo sostenitore Erri De Luca:

"Arrivati da lontano, spaesati e senza conoscere la nostra società, essi riescono a dare scopo e dignità alle loro mani buone a tutto ricavando valore dall'ultimo stadio della merce. Essi sanno scoprire immediatamente un nostro punto debole in cui può essere prezioso il loro aiuto, e si inventano un modo per trasformare una nostra debolezza, i nostri scarti, in un reddito per loro ed un aiuto per noi. Grazie a REFUGEE ScART i vuoti a perdere diventano pieni a rendere."