I semafori rappresentano una delle maggiori cause di nervosismo per chi guida in città e molte volte deve regolare matematicamente i propri spostamenti, prendendo in considerazione l’eventualità d’incontrare qualche 'rosso’ sulla strada.

Dal MIT di Boston arriva un progetto perfetto per la smart city, incentrato sul ruolo dei semafori nel contrasto dello smog. Questi semafori intelligenti funzionano in base a un algoritmo che analizza i livelli d’inquinamento dell’aria, regolando di conseguenza i flussi di traffico anche in base alla situazione generale della città.

Dal team di ricerca che ha concretizzato questo progetto sono arrivate parole di soddisfazione e se ne attendono di ulteriori per l’inizio dell’applicazione pratica ufficiale che avrà luogo a New York, una delle città più attive dal punto di vista delle novità legate alla smart city.

Una piccola rivoluzione smart che vede i semafori in primo piano sta andando in scena anche in Italia: nella Milano che si prepara ad accogliere il mondo per Expo - mancano pochissimi giorni ormai - i tram avranno sempre il semaforo verde.

Vantaggi? Prima di tutto un risparmio di tempo per gli utenti - il che significa un incentivo in più a utilizzare i mezzi pubblici - che potranno veder ridotto di circa il 20% il tempo di percorrenza generale.

Per ora la sperimentazione è in corso su due linee, la 4 e la 9, e sembra stia riscontrando successo. Per vedere l’impatto effettivo in una Milano piena di turisti non resta che attendere davvero pochi giorni! State certi che i nostri occhi saranno attentissimi e non mancheremo di raccontarvi le principali novità di Milano dal punto di vista dell’evoluzione della smart city!