La Barbie è senza ombra di dubbio la bambola più famosa al mondo, quella che ha accompagnato generazioni di donne nella loro infanzia dalla fine degli anni ’50.
Ci abbiamo giocato, riproducendo sogni e desideri della vita reale. Le abbiamo vestite, spogliate, cambiate a non finire: sono sicura che tutte vi siete improvvisate parrucchiere, con sforbiciate generose nel tentativo di dare alla nostra amica di plastica un look nuovo, per poi ritrovarsi con orrendi capelli a spazzola biondo platino!

Alla stessa maniera, sono sicura però che nessuna di voi ha pensato di poterla indossare: o meglio, di poterne indossare delle parti. Questo è quello che invece ha immaginato e realizzato Marguax Lange: vivisezionare vecchie bambole in disuso, riciclando mani, braccia, occhi, bocche e orecchie e tutto il resto e farne dei gioielli.
Una passione nata e sviluppata nel garage di casa sua, dove possiede una vera collezione di bambole “fatte letteralmente a pezzi”.

Forse il risultato ha un sapore un po’ macabro ma sicuramente le creazioni di Margaux sono originali e di gran successo: si possono comprare direttamente sul suo shop online della piattaforma Etsy oppure in varie boutique multimarche da New York a Mosca (come direbbe Venditti...).

Non si può dire che non sia riuscita a trovare un modo per continuare a giocare con le Barbie anche da grande...