La comunicazione è arrivata in un pomeriggio afoso. Squilla il telefono, voce incredula, emozionata, eccitata e squillante dall’altra parte. Abbiamo vinto! Abbiamo vinto il Wind Green Award! Davvero? Davvero? Non ci credo!

E’ così che succede per le startup. Forse. Almeno questo è quello che è successo a noi. Il team che si stringe in un abbraccio collettivo. Dal nord al sud d’Italia. Mail e WhatsApp perché a quest’ora non si può disturbare, c’è il lavoro, quello vero, quello che porta lo stipendio a fine mese. 

Dai Ragazzi, allora forse non è solo un sogno, allora ce la possiamo fare davvero! Ci andrebbe di chiamare quelli che ci dicevano che stavamo perdendo tempo, che avremmo fatto meglio ad andare a divertirci, che stavamo togliendo tempo agli amici, alla famiglia, alla vita. Ma mettiamo da parte il rancore perché per onorare questi momenti c’è bisogno della giusta leggerezza d’animo.

E per quelli che credono nei segni questo premio arriva anche in un momento particolare. Arriva in una settimana difficile.

Ma essere una startup è anche questo. Mettere delle cose in discussione per ripartire, telefonate di notte e weekend a casa davanti al pc, o weekend di full immersion a casa al mare senza vedere il mare. Essere una startup è un’esperienza di vita, è confrontarsi con un sogno, è caricarsi di responsabilità nei confronti del team, è prendere forza dall’entusiasmo degli altri. E’ fare mattino, sbadigliare a lavoro, è un quaderno pieno di appunti e idee. E’ sognare di togliere una giacca per una t-shirt.

E essere una startup che vince un premio è una sensazione bellissima. Da condividere con le persone che ti seguono, con gli amici che ti supportano da sempre, a cui hai chiesto mille e mille volte un parere, un voto per questo o per quell’altro premio, a cui hai promesso una birra o chissà cosa in cambio di una condivisione.

Eccola che torna, la CONDIVISIONE. E’ di questo che parliamo, è questa l’anima di EcoSost, ed è questa la prima cosa che ci è venuta in mente quando abbiamo saputo del premio. Non possiamo tenerci questa gioia per noi, dobbiamo condividere questo momento con tutti, dobbiamo ringraziare le persone che ci hanno sostenuto, che ci hanno apprezzato finora. E allora corri sui social, su Facebook, su Twitter a dire GRAZIE ad uno ad uno.

E allora GRAZIE innanzitutto a Wind Business Factor che con questa iniziativa ha dimostrato il suo impegno nella sostenibilità e che offre un’occasione importante per tanti validi progetti che hanno bisogno di visibilità e di sostegno, GRAZIE ad Impact Hub Milano che mette a disposizione le competenze e le strutture e crede nell’innovazione, GRAZIE all’Alta Scuola per l’Ambiente per credere nei giovani imprenditori a cui offrire un supporto concreto, GRAZIE a tutti gli altri partner di questa iniziativa, Luiss Enlabs, Latuaideadiimpresa, Innogest SGR, Mind the Bridge Foundation, 360° Capital Partners, BIC Lazio, che come venture capital, università, incubatori e piattaforme software sono la speranza di noi startupper.

E GRAZIE a tutti gli altri progetti in gara, che fanno capire quanto bisogno e quanta voglia c’è di innovazione e di sostenibilità. E’ stato un piacere condividere questo percorso con voi e facciamo a tutti un grande in bocca al lupo, con la speranza e l’impegno che le nostre strade possano incrociarsi.

Questo, grazie a Wind Business Factor,  è un grande traguardo che ci darà l’entusiasmo e la spinta per fare ancora di più. Questo premio ci offre la possibilità di avvalerci di importanti competenze, di confrontarci con grandi realtà, e questo è già un sogno per una startup

La gioia di questa telefonata ci accompagnerà per tanto tempo e per adesso ci godiamo questa soddisfazione, sempre più convinti che per il famoso proverbio “Se si sogna da soli è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia” valga davvero la pena continuare a lavorare, impegnarsi, lottare per creare valore, condiviso.

Rossella Santoro
(Team EcoSost)