Dalla lontana Corea del Sud arrivano notizie molto buone per gli amanti della mobilità sostenibile! Nel Paese asiatico hanno infatti costruito una vera e propria superstrada per biciclette, un percorso che unisce la città di Daejeon con quella di Sejong.

Questa superstrada per mezzi ciclabili è ancora più sostenibile in quanto è ricoperta con un tetto di pannelli fotovoltaici, che consentono di produrre energia a basso impatto ambientale.

Non è fantastico? Secondo me sì! Lo è ancora di più se si considera che il progetto in questione prevede la realizzazione di ben 350 km di percorsi ciclabili come questo attorno alla città di Sejong.

In questo periodo però l’Italia non sta certo a guardare i buoni esempi internazionali per quanto riguarda le infrastrutture dedicate alla mobilità sostenibile e a quella ciclabile in particolare.

Un riferimento su tutti è il progetto del Grab, il grande raccordo anulare delle bici. Di cosa si tratta? Di un anello ciclabile di più di 44 km, un percorso che si snoda tra vie pedonali, parchi e suggestive aree verdi.

Il Grab, che fa parte delle opere previste per il Giubileo straordinario, consentirà anche la chiusura al traffico automobilistico di attraversamento dell’Appia Antica, rendendo l’arteria stradale un percorso a destinazione ciclabile primaria.

Il progetto del Grab è stato presentato ufficialmente alla fine del mese di giugno e adesso non resta che attendere di vedere come procederanno i lavori.

Mi piace tanto parlare di queste notizie perché mostrano come davvero le cose stiano cambiando e come la mobilità sostenibile sia ormai al centro delle esigenze della collettività, dando spazio anche a idee tecniche e creative a dir poco interessanti.