E se dietro la bravura di Lionel Messi ci fosse proprio un italiano? Pare proprio che l’asso del calcio prima della finale di Champions dello scorso anno contro la Juventus abbia fatto un viaggetto a Sacile, in provincia di Pordenone.
Ma più che l’aria, sicuramente salubre del comune sorto sulle rive del Livenza, pare che alla “Pulce” interessasse soprattutto incontrare, Giuliano Poser, esperto in materia di alimentazione declinata alle esigenze degli sportivi. Sembra infatti che Poser abbia risolto i problemi digestivi che affliggevano oramai da tempo il campione argentino (ma catalano d’adozione).
Nessuna pozione miracolosa, nessuna sostanza misteriosa, alla base delle indicazioni del medico friulano solo tanta natura, cibi biologici e il divieto assoluto ai prodotti industriali.
Tra le indicazioni di Poser infatti ci sarebbe:

1 - l’eliminazione di cibi contenenti conservanti, pesticidi, anticrittogamici, glutammato sodico, aspartame, grassi saturi, grassi vegetali idrogenati;
2 - assumere alimenti provenienti da agricoltura biologica e lavorati in maniera naturale, eliminare l’assunzione di saccarosio, alcool, lattosio, lieviti e farina di frumento raffinata;
3 - eliminare inoltre per lunghi periodi, anche singolarmente, gli alimenti che risultano non tollerati al test kinesiologico mensile come latticini, farina di frumento, carne di maiale, carne bovina, crostacei, solanacee, xantine e uova.

Cerca i locali Bio più vicini a te!

Grazie a queste indicazioni una buona parte dei calciatori che hanno seguito i consigli “biologici” di Poser e hanno cambiato radicalmente le loro abitudini alimentari, si sono accorti di un notevole miglioramento fisico soprattutto nella fase digestiva con ottimizzazione della fase di riscaldamento e un miglior approccio iniziale alla partita.
Sul fronte della prestazione atletica, inoltre, il migliore assorbimento intestinale di macro e micronutrienti ha portato ad una maggiore disponibilità per il lavoro muscolare, un miglioramento nella fase di recupero dovuta ad una diminuzione di tossine ed un miglioramento della capacità disintossicante.
Alla lunga, quindi l’alimentazione biologica naturale porta ad una minore frequenza di contratture e affaticamenti muscolari nelle fasi di preparazione e durante le gare, una minore incidenza di patologie croniche da sovraccarico (come ad esempio le famose tendiniti o pubalgie di cui si sente parlare spesso nelle cronache sportive) e addirittura una minore frequenza di infezioni virale e batteriche.
Fino a tre anni fa Poser faceva parte dello staff medico dell’Udinese calcio e l’esperienza a stretto contatto con i calciatori del club lo ha portato a riassumere in un report queste linee guida oggi divenute un diktat per molti campioni.
Tra gli atleti seguiti da Poser, Martin Gaston Demichelis, difensore del Manchester City e la campionessa di beach volley Laura Cavalluzzi.