Oggi vi portiamo a fare un giro nella meravigliosa Scozia, una terra di grandi distese verdi e di leggende immortali. No, non vogliamo parlarvi di libri, antichi re ed eroi letterari, ma del più grande parco eolico galleggiante del mondo, che sorgerà presto al largo di Peterhead. Risale a pochi giorni fa la notizia che parla della concessione da parte del Governo scozzese di una licenza al gruppo svedese Statoil, che avrà così la possibilità d'installare a poco meno di 30 km dalla costa 5 turbine eoliche, che consentiranno di soddisfare il fabbisogno energetico di circa 20.000 famiglie della zona.

Statoil installerà al largo delle coste scozzesi turbine Hynwind, frutto della collaborazione con un colosso quale è il gruppo Siemens. Qual è la particolarità che rende queste turbine uniche rispetto alle pale eoliche offshore convenzionali? La presenza di un galleggiante riempito con una zavorra e fissato al fondo del mare tramite uno specifico sistema di ancoraggio.

L'obiettivo di Statoil non è però quello di fermarsi a 5 turbine. Il progetto che abbiamo appena descritto, la cui costruzione dovrebbe essere portata a termine per i primi mesi del 2017, è infatti solo pilota. Il goal generale è quello di far mostrare come una soluzione di natura commerciale sia in grado, pur con costi non indifferenti, di dare una svolta al mercato dell'eolico che, proprio per via dell'impegno finanziario più oneroso rispetto a quello necessario con altre fonti rinnovabili, fa fatica a decollare.

 

Trova le eco aziende attive nel campo del mini eolico