La trasmissione radiofonica Caterpillar - in onda su Rai Radio 2 dal lunedì al venerdì - ha lanciato una candidatura molto speciale per il prossimo Premio Nobel per la Pace: la bicicletta. L’iniziativa si chiama Bike the Nobel.

I due conduttori della trasmissione, Massimo Cirri e Sara Zambotti, spiegano la motivazione della candidatura con queste parole:
“La bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità, non causa guerre, non inquina, riduce di molto gli incidenti stradali, elimina le distanze tra i popoli, è uno strumento di crescita per l’infanzia e, in passato, è stata usata dai movimenti di liberazione e resistenza di molti paesi.”

A sostegno dell'iniziativa, la ciclista Paola Gianotti si è recata da Milano a Oslo in bici: un percorso di più di 2.000 km suddivisi in 13 tappe, al termine del quale la ciclista ha consegnato al Comitato del Nobel 10.000 firme raccolte a sostegno della candidatura. Nelle scorse settimane la candidatura è diventata internazionale grazie al rilancio fatto dalla BBC, la radio e televisione pubblica britannica, sulle pagine del proprio sito.

Inoltre, proprio sulla scia dell'iniziativa di Caterpillar e con il loro appoggio, nei giorni scorsi 118 parlamentari italiani appartenenti a tutti gli schieramenti politici hanno promosso la candidatura della squadra femminile della Federazione Ciclisti dell'Afghanistan al premio Nobel per la Pace.

 

Noi di EcoSost sosteniamo in pieno questa speciale iniziativa, con le sue semplici ma solide motivazioni. La bicicletta è il simbolo di una mobilità sostenibile e consapevole accessibile a tutti, che consente di muoversi con facilità e in maniera veloce ed economica accompagnando ogni momento della giornata, che sia ora di andare a lavoro, di passeggiare nel tempo libero o di fare sport. Una fedele compagna della nostra quotidianità a cui abbiamo il dovere di dare più spazio ed anche, perché no, un meritato premio!

Registrati gratis ad Ecosost e cerca le Aziende di mobilità sostenibile più vicine a te!