Nonostante la delibera del maggio 2012 secondo la quale piatti e bicchieri di plastica possono essere gettati nei cassonetti della differenziata, la plastica resta una delle principali cause dell’inquinamento ambientale.

Clicca qui, per vedere le aziende di ecodesign vicino a te!

Eppure modi per risolvere il problema ce ne sarebbero, si potrebbero utilizzare soluzioni 100% biodegradabili oppure, ad esempio, accogliere il progetto ideato dalla designer lecchese Michela Milani che ha creato Foodscapes, una linea di stoviglie prodotte con avanzi di cibo di origine vegetale.

Leggi anche: Il nuovo imballaggio sarà fatto di...alghe

Dalle bucce di carote e dai gusci di arachidi, sezioni di cibo non consumato, si possono creare oggetti funzionali, privi di sostanze artificiali quali piatti naturali che una volta utilizzati possono essere sciolti in acqua e addirittura utilizzati per concimare il terreno.

Alla base di questo progetto c’è la volontà di ampliare gli orizzonti degli esseri umani e far comprendere che le soluzioni alternative esistono, sono varie e valide e aspettano solo di essere adottate.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala è gratis!