E se solo camminando sul pavimento si potesse produrre energia? E’ la rivoluzionaria idea di due ingegneri sardi, Alessio Calcagni e Simone Mastrogiacomo che hanno progettato Smart Energy Floor, una mattonella innovativa costituita da materiale piezoelettrico che genera energia a seconda della pressione.  

Clicca qui, per conoscere le aziende di ecodesign più vicine a te!

Come funziona: 

Ovviamente più gente c’è, più energia si crea, motivo per cui queste mattonelle sarebbero perfette su grandi superfici calpestabili, come quelle di locali pubblici, ospedali e centri commerciali.

Il nuovo pavimento sarà costituito da moduli quadrati di dimensioni 50×50 cm, con spessore 3 cm e abbassamento verticale massimo di 2 mm, sarà poi connesso ad un circuito che provvederà alla gestione dell’energia prodotta e accumulata. Per ogni blocco si prevede un’efficienza del 50% nella conversione da energia cinetica ad energia elettrica.

Smart Energy Floor prevede due tipologie di utilizzo: un blocco singolo e uno connesso alla rete. I sistemi isolati sono dotati di sistemi di accumulo dell’energia prodotta, il sistema connesso alla rete, invece, non è provvisto di sistemi di accumulo: l’energia prodotta viene riversata  nella rete elettrica nei momenti di maggiore passaggio.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!