I vantaggi dell'alimentazione biologica sono stati ad oggi dimostrati da numerosi studi e la domanda di prodotti provenienti da agricoltura biologica aumenta ogni giorno di più. L'Italia possiede una leadership fondamentale in questo mercato, con 1,4 milioni di ettari di superfici coltivate a cereali, olive e viti, che ci posiziona tra i maggiori produttori al mondo di alimenti biologici.

Le ricerche dimostrano che i prodotti biologici hanno una maggior quantità di vitamina C, antiossidanti, minerali, calcio, ferro e magnesio. Inoltre il cibo biologico, privo di additivi chimici, ci consente di tutelare la nostra salute ma anche di rispettare l'ambiente. Impostare la nostra alimentazione sui criteri della sostenibilità per ottenere questo duplice beneficio non è difficile, è sufficiente innanzitutto correggere le nostre abitudini alimentari e optare per l'acquisto di prodotti sani e genuini. Dai piccoli produttori ai gruppi di acquisto solidali, sono molti i mezzi attraverso cui rifornire le nostre dispense di alimenti biologici (clicca qui per trovare tutti gli alimentari bio più vicini a te). 

Vediamo quindi 5 motivi per cui gli alimenti biologici sono da preferire.

1) Un ricerca effettuata dalla Newcastle University ha stabilito che sia il latte che la carne biologici contengono circa il 50% di omega-3 in più rispetto ai prodotti non biologici. Il latte biologico contiene il 40% in più di acidi grassi essenziali e concentrazioni superiori di ferro, vitamina E e carotenoidi. Anche la carne biologica risulta essere migliore, poiché presenta concentrazioni inferiori di grassi saturi associati a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari. 

2) I cibi biologici sono liberi dalle neurotossine, dannose per il cervello e le cellule nervose. Inoltre favoriscono la crescita complessiva dei bambini, il cui organismo è più sensibile all'assorbimento delle tossine. 

3) Mangiare biologico può ridurre il rischio di cancro. Molti dei pesticidi utilizzati in agricoltura sono stati considerati cancerogeni dall'Agenzia statunitense per la Protezione dell'Ambiente, che considera dannosi almeno il 60% degli erbicidi, il 90% dei fungicidi e il 30% degli insetticidi. 

4) I pesticidi sono tra le prime cause di inquinamento delle fonti idriche e del danneggiamento della fauna selvatica. Il cibo biologico, prodotto senza inquinare o contaminare la natura con additivi chimici o di sintesi e senza sfruttare intensivamente il bestiame, garantisce il rispetto della terra, dei suoi ritmi naturali e una maggiore biodiversità.

5) Scegliere alimenti biologici aiuta a sostenere i piccoli agricoltori, che rivestono un ruolo fondamentale per la qualità e la diversità dei prodotti alimentari per cui l’Italia è così famosa. A livello globale, inoltre, l’aumento della quantità e della qualità degli investimenti nell’agricoltura sostenibile di piccola scala si associa ad un impatto eccezionale nella riduzione della malnutrizione e dei problemi ad essa connessi.

Troverai molti altri consigli su come ottenere un'alimentazione sostenibile scaricando la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!