Il legno è un materiale molto presente nelle nostre case sotto diverse forme, dai mobili della cucina al pavimento, dagli oggetti di arredamento ai giochi per i bambini. Oltre a dare un senso di accoglienza ed essere indubbiamente bello da vedere, è il materiale sostenibile per eccellenza: le aziende che si occupano di ecodesign, infatti, garantiscono mobili e accessori ricavati da riserve boschive controllate e certificate, in cui è garantito l'equilibrio tra espianti e riforestazione.

Unico grande inconveniente risulta essere la cura da prestare a questo materiale, per molti versi delicato e fragile. I prodotti chimici sono molto costosi e spesso aggressivi, creando danni sempre più evidenti col passare del tempo. Niente paura però! Esistono molte alternative ai tradizionali detersivi: dai prodotti ecologici in grado di garantire risultati ancora migliori, ai tanti rimedi naturali che consentono di ottenere gli stessi risultati senza gravare sulle spese familiari

Cerca i negozi con prodotti ecologici per la casa più vicini a te! 

Ecco quindi qualche facile consiglio su come prendersi cura in maniera facile e naturale del legno.

Il legno è spesso oggetto di attacchi fungini, muffe e tarli. I sali di boro rappresentano una delle migliori soluzioni per la preservazione del legno da questi attacchi, in quanto hanno una bassa tossicità acuta e rendono l'ambiente sufficientemente alcalino da non permettere la proliferazione di muffe, senza però rovinarne la fibra del legno. In commercio si trovano sali solubili o preparazioni già miscelate, per utilizzarli sarà sufficiente spennellare il legno ripulito da eventuali vernici coprenti.

Per i piccoli graffi presenti sulle superfici dei mobili in legno, può essere passato delicatamente sulla parte interessata del burro cacao, della cera d'api o la comune cera di una candela. In particolare se si tratta di graffi profondi, possono essere d'aiuto i pastelli a cera: basterà cercare dei pastelli dello stesso colore del legno e scioglierli a bagnomaria in acqua calda, rimpastarli ed applicarli sul graffio. Per mobili e parquet con finitura in gommalacca, invece, si può applicare l’olio paglierino con un batuffolo di ovatta, che scurirà il graffio rendendolo meno evidente. 

Per quanto riguarda la pulizia delle superfici in legno, se non sono presenti macchie particolari o ostinate, sarà sufficiente spolverare con un panno di lana o uno straccio inumidito. Per lucidare il parquet, invece, basterà sciogliere mezzo bicchiere di aceto in un secchio d'acqua.

E per altri consigli e rimedi naturali e semplici per svolgere le faccende domestiche, affidati alla nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!