Vivere in città non significa necessariamente dover rinunciare agli hobby legati alla terra né tantomeno a dei prodotti genuini, magari coltivati con le nostre stesse mani. Con la tecnica dei "quadretti" (originariamente conosciuta come square foot gardening) è possibile attrezzare i balconi spaziosi e le terrazze condominiali con un piccolo orto in maniera facile, economica e sostenibile. Vediamo come!

Cerca i supermercati bio più vicini a te! 

La tecnica dei "quadretti" consiste nella coltivazione di più varietà di piante differenti in un piccolo spazio suddiviso in quadrati, dell'altezza di circa 15-20 cm. Per la realizzazione della struttura si potranno riciclare tavole ricavate da vecchie pedane (purché non siano trattate chimicamente) e la struttura stressa potrà anche essere posta su di un piano rialzato, in modo da facilitare la manutenzione senza particolari sforzi fisici.

Una volta realizzata la struttura, si dovrà riempire con del terriccio mischiato a del compost e ad ogni specie sarà destinato un quadrato, basterà fare un buco con le dita nel terreno e piantare i semi. Si potrà scegliere tra un ventaglio vastissimo di varietà (ad esempio erbe aromatiche, insalata, carote, cipolle, peperoni, melanzane, cavolfiori, broccoli e spinaci) prestando attenzione ai consigli sulle confezioni dei semi riguardo alle distanze e agli accostamenti. È necessario posizionare la struttura in modo tale che riceva il sole durante tutta la giornata, ma la disposizione a quadretti e l'affiancamento di più varietà vi consentiranno un notevole risparmio sull'acqua necessaria per l'irrigazione nonché ridurrà enormemente la quantità di lavoro e di cure da dedicare al vostro piccolo orto, col vantaggio di poter gustare prodotti genuini coltivati direttamente da voi.

Per altri consigli su come rendere la tua vita più semplice e sostenibile, scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!