La Gymnema Sylvestre è una pianta indiana, utilizzata da millenni nella cultura locale in casi di artrite, anemia, osteoporosi e infezioni microbiche. 

Le foglie di questa pianta contengono una miscela di acidi glicosidici che svolgono un’importante azione ipoglicemizzante, attraverso l'inibizione dell'assorbimento degli zuccheri nell'intestino e stimolando la trasformazione del glucosio. Inoltre è utile come coadiuvante del metabolismo dei carboidrati e per il controllo del senso di fame. Vediamo tutte le proprietà, gli usi e le controindicazioni di questa speciale pianta.

Clicca qui e cerca tutte le attività dedicate alla salute e il benessere più vicine a te!

Diversi studi clinici hanno dimostrato le incredibili proprietà antibiatetiche della gymnema: questa pianta possiede una molecola simile a quella dello zucchero, che si lega ai recettori intestinali destinati all'assorbimento del saccarosio bloccandoli e abbassando la glicemia in modo significativo. Per questo motivo l'assunzione è indicata in caso di diabete o di iperglicemia alimentare, ma anche in tutti i casi di contrasto all'obesità. 

La capacità della gymnema di agevolare lo smaltimento degli zuccheri, le conferisce anche un’azione dimagrante. Inoltre, mettendo sulla lingua una piccola quantità di questa pianta è annullata la percezione del dolce e dell'amaro, annullando in pochi istante la voglia di dolce.

Leggi anche: Flora intestinale, quali sono gli alimenti per ristabilire il corretto equilibrio

La gymnema svolge anche una funzione antibatterica e diuretica ed è utilizzata per la protezione degli occhi, in caso soprattutto di cataratta e opacizzazione del cristallino.

Leggi anche: Spirulina, 5 importanti proprietà di quest'alga

Per evitare crisi ipoglicemiche, è necessario non assumere contemporaneamente altri ipoglicemizzanti ma, in ogni caso, rivolgersi ad uno specialista per un consulto medico mirato.

Trovi molti altri consigli utili e pratica nella nostra guida dedicata al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!