Per lunghissimo tempo, nella storia dell’uomo, il legno è stato materiale per eccellenza nelle costruzioni e nella produzione di manufatti: messo da parte e ignorato con l’avvento del cemento e delle materie plastiche, sta vedendo negli ultimi anni un’inversione di tendenza e sta tornando a farla da padrone, dalla produzione di oggetti e complementi d’arredo alla realizzazione di abitazioni più ecosostenibili e inserite in un rapporto virtuoso con la natura circostante.

Sempre più spesso, legno che proviene non dall’abbattimento di foreste ma dalla sua riqualificazione: materiale già utilizzato per altri progetti che viene riconvertito e riciclato in un nuovo percorso architettonico e di design.

Clicca qui e cerca le aziende di ecodesign più vicine a te! 

Si perché le proprietà positive nella lavorazione del legno sono veramente tante, a cominciare dalla sostenibilità del processo produttivo, molto inferiore in termini di costi rispetto al cemento armato o i mattoni, fino alla plasticità fisica e alla facilità di lavorazione, caratteristiche che lo rendono estremamente adatto alla riciclabilità in altri settori di utilizzo.

La sedia è da sempre oggetto di culto per chi ama l’arredamento d’interni e quello che i designer riescono a tirare fuori dal connubio con il legno ha dell’incredibile, sia che abbia curve morbide, strutture leggere come ali di farfalla o forme spigolose e all’apparenza inospitali.
Ma nel mondo del design e dell’architettura, gli esempi creativi che provengono da tutto il mondo e che hanno come denominatore comune questo materiale sono veramente tantissimi e anche molto ambiziosi.

Da Parigi giungono le foto del Circular Pavilion, un padiglione sostenibile progettato dal gruppo di architetti Encore Heureux e realizzato con il riciclo di porte in legno (rimanenze di magazzino, ordini errati o smantellate) provenienti da un cantiere edile del 19° municipio.
A San Paolo in Brasile, gli alberi caduti per cause naturali diventano panchine per piazze e parchi pubblici, grazie alla collaborazione del designer e scultore di legno Hugo Francia.

Leggi anche Da skateboard a chitarre

Il Nishi Hotel di Tokyo vanta un’incredibile hall realizzata con 5000 assi di legno riciclato da travi e scarti della facciata, sospese attraverso tiranti metallici che vanno dal pavimento al soffitto. Un progetto avveniristico per il quale March Studio ha vinto Inside Festival 2015, uno dei più prestigiosi premi di interior design.
Chi ama le vacanze all’aria aperta, sarà felice di sapere che la compagnia Homegrown Trailers ha creato un camper molto eco-friendly, costruito a mano con una struttura interamente in legno: per viaggiare veramente a contatto con la natura!

Grazie al legno, questi sono alcuni eleganti esempi di come tutti i materiali riciclabili possano essere una preziosa risorsa per la salvaguardia del nostro pianeta ma anche per l’architettura contemporanea.

Cerchi consigli utili e semplici per risparmiare con ecosostenibilità? Allora non perdere la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala subito, è gratis!