L’umidità presente in casa è un problema fastidioso, antiestetico e dannoso anche per la nostra salute. Per migliorare il comfort abitativo, tutelando anche la nostra salute, è bene mantenere la giusta quantità di umidità presente in una stanza.

Con pochi e semplici ingredienti è possibile creare un assorbi umidità naturale da utilizzare negli armadi e in piccoli ripostigli, che vi consentirà anche di risparmiare soldi ed energia elettrica. Vediamo come prepararlo!

Clicca qui e cerca tutto ciò che serve per la casa nei negozi ecosostenibili più vicini a te!

Tra gli elementi presenti in casa che possiamo utilizzare per assorbire l'umidità in eccesso troviamo il cloruro di sodio, ovvero il semplice sale da cucina. Il suo potere non è tuttavia molto efficace, per questo è bene aggiungerlo ad altri ingredienti. Nello specifico utilizzeremo il riso crudo, che riesce ad avere un discreto potere essiccante grazie alla presenza di amido. 

Leggi anche: Piccoli accorgimenti per eliminare la condensa sui vetri

Il procedimento è davvero molto semplice: procuratevi alcuni sacchettini di stoffa di media grandezza (si possono riciclare quelli che di solito contengono i confetti) e dei nastrini, riempiteli di riso e ad ognuno aggiungete un cucchiaio di sale. Chiudete i sacchettini con un nastro e sparpagliateli nell'armadio e per ogni strato di biancheria nei cassetti; allo stesso modo distribuiteli in giro per lo stanzino, sulle mensole e nei cassetti. 

Leggi anche: Candeggina, 5 sostituti ecosostenibili

I sacchettini aiuteranno sia a contenere l'umidità che i cattivi odori conseguenti. Quando i livelli di umidità sono molti alti e, ad esempio, sono presenti molte macchie di muffa alle pareti, è consigliabile un controllo approfondito da parte di un tecnico per scongiurare la presenza di perdite d'acqua nelle tubature.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala subito, è gratis!