Il mirtillo è una pianta arbustiva che fiorisce in maggio e produce, fino ad agosto, frutti di tre diverse specie: rosso, nero e blu. Le bacche secondo ricerche aggiornate, sarebbero dotate di sostanze antiossidanti, in grado di rallentare il processo di invecchiamento cellulare e di Vitamine A e C preposte alla salute del collagene. Possiamo quindi considerarle a tutti gli effetti gustose soluzioni anti-age. I catechini presenti nei mirtilli attivano inoltre le risorse bruciagrassi custodite e spesso intorpidite nelle cellule adipose addominali.

Contengono salicilico, un antidolorifico naturale e un antinfiammatorio che aiuta in caso di artrite e infiammazioni cutanee.

 Clicca qui e cerca tutti i negozi e gli alimentari bio più vicini a te!

 Inoltre è stato provato che il consumo quotidiano di succo di mirtillo nero migliora la memoria in modo sostanziale già dopo 12 settimane, mentre quello rosso nei trattamenti contro la cuperose.

E’ noto da tempo che l’estratto di mirtillo è in grado di migliorare la visione notturna, facilitando la rigenerazione della rodopsina, il pigmento retinico che permette la visione in situazioni di oscurità.

Per utilizzarlo:

Possiamo ricorrere sicuramente a creme e pomate reperibili nelle erboristerie, oppure impiegarlo in cucina e goderne appieno consumandolo semplicemente come frutto, oppure in piatti dolci o salati.
Il risotto ai mirtilli è un primo piatto sfizioso ed originale che si prepara condendo il risotto con un crema formata da ½ bicchiere di panna e circa 200 grammi di grammi di mirtilli, salvo quelli che verranno poi lasciati interi per ornare il piatto e dargli consistenza.
Confettura di mirtilli, uno degli impieghi più classici, magari realizzata sostituendo allo zucchero bianco quello di canna.
Muffin ai mirtilli, adatti per spuntini, merende e colazioni.
Deliziosi frullati, ottenuti con circa 200 gr di mirtilli e una banana o mela.