E’ ormai diffusa l’opinione secondo la quale nei Paesi sviluppati il consumo di grassi animali e proteine è eccessivo, tanto da portare a conseguenze quali l’obesità, disturbi cardiovascolari e la formazione di alcuni tipi di cancro. Per prevenire l’insorgere di queste e altre malattie basterebbe ridurre il consumo di carne rossa e di produzione industriale, preferendo carni da allevamento medio-piccolo dove l’uso di antibiotici e additivi, è assente. Di conseguenza sarebbe opportuno aumentare i cibi di origine vegetale.

Clicca qui e cerca tutti i mercati bio più vicini a te!

Vediamo quindi tutti i cibi di origine vegetale a prevalenza proteica che potrebbero essere alternative:

Il Pesce: ricco di Omega 3, ha livelli proteici simili a quelli della carne ad esempio 100 grammi di pesce spada contiene circa 20 grammi di proteine, 100 grammi di carne magra ne contiene circa 21. Unica pecca è la carenza di ferro.

Latte e derivati: Le proteine presenti nel latte hanno un valore biologico (parametro di valutazione in base al numero di proteine) molto elevato, quelle delle caseine è pari a 91 ed è essenziale per la crescita di qualsiasi mammifero compreso l’uomo, mentre le proteine del siero del latte ha un valore di 100. In questo caso bisogna stare attenti alla componente grassa e alle possibili difficoltà digestive.

Leggi anche: Intolleranti al lattosio: come non rinunciare al cappuccino con il latte vegetale


Cereali: Il loro valore biologico è più basso e pari a 54 su 100 e il loro contenuto proteico è di circa 15 grammi ogni 100 di prodotto basti pensare che il riso ha solo 7 grammi di proteine in 100 grammi e il farro 12. Devono quindi essere associati ad altre proteine vegetali per equiparare l’apporto della carne.
Legumi: hanno un valore biologico relativamente basso pari a 34 su 100, ma sono ricche di fibre e apportano ferro. Inoltre è bene sottolineare che con le lavorazioni nei preparati precotti, il tasso proteico viene dimezzato e occorrono quindi dosi massicce di legumi per eguagliare la carne.
Soia:  Resta il più noto alimento proteico vegetale.
Uova: Con un valore biologico pari a 100 hanno aminoacidi, vitamine e minerali che le rendono una perfetta e comoda alternativa

Tantissimi altri consigli per un'alimentazione sana e sostenibile nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala è gratis!