La tua auto consuma molto? Il prezzo del petrolio continua a salire? Niente paura, c’è una soluzione ecosostenibile a questi problemi. Ti sembrerà strano e incredibile, ma dal comune olio che viene usato in qualsiasi casa, ristorante o locale per friggere, è possibile produrre un carburante. Si, hai letto bene! Un carburate vero e proprio, capace di far muovere automobili, autobus e qualsiasi altro mezzo, con le dovute accortezze.

Clicca qui per conoscere le aziende di Smaltimento e Recupero dei rifiuti più vicine a te!

Il procedimento per arrivare alla produzione del Bio-carburante passa per alcune fasi: la prima consiste nel filtrare l’olio vegetale usato, per purificarlo da eventuali residui di cibo; nella seconda, la sostanza viene sottoposta alla tecnica di transesterificazione, una particolare reazione chimica che permette di arrivare al risultato finale.

Ci sono molte persone che credono in questo progetto, in Italia e all’estero, e se in un futuro prossimo questa nuova tipologia di carburante ecosostenibile, composto all’80% da olio vegetale usato e al 20% da gasolio, avrà successo, l’impatto sull’ambiente sarà straordinariamente positivo. Basti pensare all’enorme quantità di CO2  che verrebbe diminuita drasticamente, migliorando la qualità dell’aria e quindi portando numerosi benefici alla salute umana.

Infine, il Bio-carburante inciderebbe anche sul portafoglio, favorendo un ingente risparmio economico sia al singolo cittadino, proprietario di un qualsiasi mezzo di trasporto, sia agli enti nazionali titolari del trasporto pubblico.

Per avere altri consigli per una vita più sana ed ecosostenibile: scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!