Oltre ad essere conosciuto come il “bel Paese”, l’Italia, è anche il primo produttore di alimenti biologici in Europa. Forse questo primato è sconosciuto a molti, ma secondo una recente stima della Federazione Internazionale degli agricoltori biologici, la nostra nazione sarebbe leader nel settore.

Sono presenti sul territorio circa 50mila aziende biologiche che sfruttano 100mila ettari di terra, quasi il 20% dell’intera superficie agricola. Inoltre, l’Italia, possiede una variegata vetrina di prodotti che vanno sotto la tutela dei diversi marchi: DOP, IGP e STG; e DOC, DOCG e IGT per i vini.

Clicca qui per conoscere i Ristoranti e Locali Bio più vicini a te!

La maggiore produzione avviene nei settori dell’olio, vino e ortofrutta, settore quest’ultimo in cui gli ortaggi biologici hanno raggiunto risultati notevoli. Si è intensificata anche la rete di agricoltori biologici, e in particolare, i rapporti tra produttori e consumatori sono sempre più numerosi e diretti. Difatti, si sta sviluppando la formula del cibo direttamente a domicilio, questo facilità la tracciabilità di quello che viene consumato, oggigiorno divenuto sempre più una prerogativa per la propria salute e sicurezza. Pare che, i maggiori consumatori e fautori del mangiare biologico si concentrino in quantità maggiore al Nord Ovest e Nord Est, anche se è da notare un aumento sia al Centro che al Sud. La città che risulta prima in questa particolare classifica è Bologna, seguita in ordine da: Aosta, Treviso, Trento e al quinto posto Ravenna.

Consumare cibo biologico fa bene alla salute, oltre alle maggiori proprietà che posseggono i prodotti Bio, si introduce nell’organismo una minore quantità di sostanze chimiche che non vengono usate come fertilizzanti e pesticidi nell’agricoltura biologica.

Per avere altri consigli per una vita più sana ed ecosostenibile: scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!