Alzi la mano chi di voi al giorno d’oggi si sente nervoso, stressato, ha problemi di insonnia, di concentrazione e ha non riesce a provare appetito. Purtroppo, il numero delle persone affetto da questi disturbi è molto alto, ma per fortuna esisto numerosi ecorimedi per alleviare e curare questo genere di problemi.

Si sa che la camomilla e la valeriana risultano essere le piante che vengono usate frequentemente per opporsi alle situazioni sopra indicate. Esse si trovano tranquillamente in Italia, fioriscono in primavera e all’inizio dell’estate e i rispettivi oli che vengono estratti hanno molteplici proprietà. Ad esempio, hanno la comune funzione sedativa e contrastano stati di insonnia, di esaltazione psichica e isterica e di ipertensione; inoltre, riescono ad alleviare dolori e infiammazioni intestinali.

Clicca qui per conoscere i negozi di Salute e Benessere più vicini a te!

Non tutti sanno che per la cura di problemi legati al nervosismo, esiste un’altra pianta che cresce in alta montagna e presente anch’essa in tutta Italia: stiamo parlando della genziana. Ha un unico stelo, con foglie verdi e larghe, i suoi fiori sono di colore giallo. Per beneficiare delle proprietà mediche viene estratta la radice e fatta essiccare al sole, è usata dai dispeptici, dagli inappetenti e da tutti coloro che hanno problemi intestinali.

Con 60 gr. di camomilla, 120 gr. di valeriana (radice) e 50 gr. di genziana (radice) si può preparare un infuso ottimo per combattere  nervosismo e stress. Si sminuzzano e il composto ottenuto si lascia a bagno in una tazza di acqua bollente per mezz’ora.

Mezza tazza al mattino e mezza alla sera, saranno sicuramente di aiuto!

Ecco un altro ecorimedio proposto dalla natura.

Per avere altri consigli per una vita più sana ed ecosostenibile: scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!