Uno dei consigli più semplici e immediati che si dà riguardo al risparmio di corrente elettrica consiste nell'utilizzare, laddove possibile, le candele invece delle tradizionali lampadine. Oltre ad essere economiche, le candele riescono a creare un'atmosfera unica che è l'ideale per occasioni particolari come festività, cene con gli amici, incontri romantici, che vogliamo rendere più originali e intime.

Gli avanzi delle candele vengono spesso gettati perché considerati inutilizzabili, ma ciò che da molti viene considerato un rifiuto in realtà costituisce una risorsa: creare nuove candele dai residui di quelle vecchie è possibile in maniera facile ed economica e vi darà molte soddisfazioni. Vediamo come si fa!

Rendi l'illuminazione della tua casa sostenibile ed economica, clicca qui per cercare tutte le aziende di settore più vicine a te!

Tutto ciò che servirà è: avanzi di candele già usate, stoppini (se possibile provate a recuperare quelli vecchi), un pentolino e recipienti delle forme preferite.

Innanzitutto bisogna suddividere le vecchie candele in base ai colori e lasciarle una ventina di minuti nel congelatore. Si potrà quindi procedere a tagliare gli avanzi a pezzettini, dopodiché bisognerà sciogliere la cera in un pentolino a bagnomaria in base alla suddivisione fatta per tonalità. Mentre la cera si scioglie, si potrà procedere a preparare il contenitore bloccando sul fondo con una goccia di cera lo stoppino, che si avrà cura di bagnare con la cera sciolta per far sì che resti teso. 

Potrebbe anche interessarti: Matite colorate, 3 idee utili e originali di riciclo creativo

A questo punto la cera sarà sciolta e si potrà versare nel contenitore, prestando attenzione a filtrare la cera con una garza per eliminare tutte le impurità. Una volta raffredata, la candela è pronta!

Per creare strati di colori differenti si dovrà aspettare che ogni strato si sia raffreddato e procedere di volta in volta come per i precedenti strati. Se invece si vogliono creare delle candele profumate, si potranno aggiungere alcune gocce di olio essenziale della profumazione preferita quando la cera sarà sciolta prima di versarla nel contenitore. Per quanto riguarda i contenitori, date libro sfogo alla vostra fantasia e recuperate il più possibile vecchi contenitori, bicchieri colorati inutilizzati, vasetti della marmellata, tappi delle bottiglie e anche gusci delle uova svuotate. 

Tanti altri consigli utili e semplici per rendere la quotidianità più sostenibile ed economica nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!