Artista Colombiano che attualmente vive e lavora Miami, Federico Uribe è un professionista del riciclo che carica i suoi lavori di forti valori simbolici: dietro ad oggetti di uso quotidiano, si nascondono messaggi forti, molto spesso metaforicamente opposti rispetto l’uso primario della materia prima.
Esempio ne è una delle sue ultime collezioni intitolata We’re at peace, composta da animali e paesaggi carichi di vita realizzati con bossoli e proiettili che invece sono simbolo di morte.

Leggi anche: La bellezza della spazzatura

Non conosce limiti e barriere nello scegliere le materie prime, rielaborate in combinazioni multicolore, ironiche e sempre molto giocose e simboliche. Matite colorate che danno vita a busti umani, insetti con componenti elettrici, materiali idraulici che si trasformano in composizioni floreali.

Se sei anche tu un appassionato di riciclo creativo, cerca le aziende di Eco Design intorno a te

La formazione è avvenuta all’Università di Los Andes a Bogotà e a New York per frequentare un master in belle arti: un inizio caratterizzato da lavori di stampo più tradizionalista per poi abbandonare pennelli e tele e dedicarsi allo stimolante lavoro di mutare il quotidiano in qualcosa di artistico e stupefacente.

Il canone classico della sua formazione si continua ad intravedere nella scelta dei soggetti ma il risultato della combinazione con il riciclo creativo è assolutamente d’avanguardia.

Ogni sua opera va osservata e studiata con attenzione, perché nasconde continui risvolti, dettagli e interpretazioni.

Se non l'hai ancora fatto, scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile E' gratis!