Questo fine settimana Santiago del Cile diventerà il centro mondiale del ciclismo, con l'arrivo del Forum mondiale della bicicletta. L'evento globale organizzato dai cittadini e per i cittadini, che ha per protagonista assoluta la bicicletta, si realizza attraverso una rete di volontari internazionali. Quest'anno è il turno di Santiago del Cile che prende la guida della manifestazione dopo Medellin in Colombia.

Il Cile alla fine del 2015 ha lanciato la "Politica energetica 2050" promossa dal Ministero dell'Energia che punta a ridurre notevolmente le emissioni future. Come pensa di arrivare a questi risultati? Un modo è attraverso l'uso massiccio della bicicletta in quanto le riduce di circa 0,19 kg/CO2 per chilometro.

Clicca qui per scoprire i negozi di bici in Italia

 

L'obiettivo generale di questo incontro mondiale è quello promuovere una cultura della bicicletta e della mobilità sostenibile. Il forum si è aperto ieri e durerà fino al 5 aprile. Ogni giorno è centrato intorno a un tema diverso, dalle politiche pubbliche per l'energia, all'equità sociale, al potere dei cittadini.

Tra gli espositori ci sono ospiti nazionali ed internazionali, tra i quali Humberto Maturana, biologo cileno, l'artista olandese Theo Jansen noto come il Leonardo Da Vinci del XXI secolo; l'americano Gary Fischer, l'inventore della mountain bike e promotore del ciclismo urbano; e Paula Bisiau, dirigente della Mobilità Sostenibile della città di Buenos Aires.

In occasione dell'evento il fiume Mapocho diventerà il percorso esclusivo di ciclisti e pedoni durante i sei giorni della FMB.  

 

Rendi ogni gesto della tua quotidianità più sostenibile, farai un favore all'ambiente e al tuo portafogli: scarica la nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. È gratis!