Per molti campeggiatori è un sogno poter disporre nella propria tenda di energia elettrica da fonti rinnovabili. Poter riscaldare acqua o cibo, ricaricare il cellulare e, soprattutto, illuminare l’area circostante possono essere davvero fondamentali per una vita da campeggio.

Clicca qui, per vedere le aziende di risparmio energetico vicino a te.

Per rispondere a queste esigenze è nata una tenda con pannelli solari. Si chiama Orange, ideata dall’azienda Kaleidoscope, è capace di sfruttare l’energia solare per poter illuminare l’ambiente, ricaricare cellulari e pc, appunto. I pannelli fotovoltaici sono realizzati in un particolare tessuto che permette di piegarli facilmente, per un trasporto più semplice. Inoltre all'interno la tenda dispone di un centro di controllo dell’energia e del riscaldamento. E include anche un sistema di gestione wireless per calcolare la quantità di energia disponibile e il relativo consumo, e garantire l'accesso a Internet. Per finire, il pavimento della tenda si riscalda automaticamente quando la temperatura esterna scende sotto un livello prestabilito.

Leggi anche: Gli aeroporti a energia solare

Un altro modello di tenda a energia solare, Bitle, è stata ideata, invece, per l'emergenza abitativa dopo il terremoto dell'Aquila, dal designer di origini messicane, Diego Alatorre. Capace di generare fino a 360 Wh al giorno, la tenda potrebbe rivelarsi particolarmente utile in situazioni d'emergenza, laddove, dopo una disastro, mancano gli alloggi e la corrente. Il rifugio protegge le persone dagli effetti nocivi dei raggi solari, ma al tempo stesso assorbe l'energia solare e la converte in energia elettrica, conservandola. Il tutto grazie a 1,9 m2 di celle fotovoltaiche flessibili, collocate sulla superficie esterna della tenda.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!