Il Melone proviene da una pianta dal fusto rampicante originaria del Caucaso e particolarmente adatta ad essere coltivata in luoghi dal clima mite. In Italia divenne nota in età cristiana quando i latini le diedero il nome che ancor oggi continua ad avere: melones.

Il più della metà della produzione proviene dall’Asia, mentre in Europa tra i maggiori produttori ci sono Spagna, Italia, Romania e Francia.

Clicca qui, per conoscere i ristoranti vegetariani vicino a te.

Le varietà di melone sono tre, estivi, di cantalupo, chiamati così perché originariamente portato da missionari asiatici al castello pontificio di Cantalupo, e il melone invernale.

In ogni caso è un frutto molto gustoso, spesso consumato come antipasto accompagnato da prosciutto crudo o con dello yogurt magro per chi sta osservando una dieta ed è in cerca di un fresco e saziante spuntino.

Leggi anche: Tutte le proprietà del ginseng

-E’ ricco di ferro, quindi adatto a chi soffre di anemia
Ricco di vitamina A che contiene betacarotene utile a contrastare l’azione di radicali liberi.

-Contiene vitamina B, in grado di migliorare la struttura ossea e la vista, e ottima alleata dell’umore.

-Vitamina C, necessaria all’ organismo per sintetizzare il collagene.

-La presenza di calcio, fosforo, magnesio e potassio ne fa un ottimo integratore naturale

-Riattiva l’intestino pigro

Il melone viene utilizzato anche in cosmesi poiché se utilizzato come maschera rende vellutata pelle e capelli. 

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!