Nella periferia di Parigi sorgerà nel 2022 una struttura navale adatta a sorreggere una vera e propria foresta. E’ il progetto, per rilanciare i quartieri degradati, ideato da una coppia di architetti, il giapponese Sou Fujimoto e il francese Manal Rachdi

Clicca qui, per conoscere le aziende di ecodesign più vicine a te!

Philippe Journo, Presidente della Compagnie de Phalsbourg racconta così il progetto "Mille Arbres è uno spazio pubblico, una foresta con condomini e uffici, un albergo, ristoranti, una vasta area dedicata ai bambini, una stazione degli autobus, il tutto in un unico luogo" e dichiara: "In un momento in cui alcune parti del mondo, gli uomini sono impegnati nel  desiderio di superare i propri limiti e per esempio vogliono costruire torri alte mille metri, riteniamo che l'ambizione e l'audacia nell’osare un altro modello di sviluppo urbano starebbe nel piantare 1000 alberi al di sopra di un’enorme struttura, nella capitale di un paese con un glorioso passato come la Francia, […] Ci piace l'idea di trasformare questo luogo, simbolo di tutte le divisioni tra Parigi e la sua periferia, in un luogo simbolo della convivenza." 

Leggi anche: Smog Free Tower, depura l'aria e crea gioielli dallo smog

Sarà il primo luogo al mondo a concedere rifugio ad una varietà di organismi viventi, del mondo animale e vegetale, in pieno ambiente urbano, corredato inoltre da luoghi pensati per la sensibilizzazione e la didattica quali aule e laboratori.

Il nome del progetto rivela già suoi obiettivi: piantare 1000 alberi. Le specie selezionate sono quelle ritenute adatte a crescere in un'atmosfera urbana e saranno piantati al di sopra della struttura navale che aiuterà a congiungere i conetti di centro e periferia di città e natura, offrendo diversi servizi e creando allo stesso tempo, un cuscinetto contro l'inquinamento.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!