La Airbus Defence & Space, sta programmando per il 2022 il lancio della sonda JUICE che dovrebbe atterrare sette anni dopo, esattamente nel 2029, sulle lune ghiacciate di Giove, scoperte nel 1610 da Galileo Galilei, e di cui ancora oggi abbiamo poche informazioni.

Clicca qui, per conoscere le aziende di ecodesign più vicine a te!

 L’idea alla base del progetto però è rivoluzionaria perché si vorrebbe fornire energia alla sonda tramite dei pannelli fotovoltaici, che sicuramente, allontanandosi sensibilmente dal Sole, troverebbero non poche difficoltà a reperire energia e sarebbero costrette a resistere a temperature rigidissime che si aggireranno attorno a 230° sotto lo zero.

Leggi anche: Batteri per alimentare impianti eolici

Il generatore della missione JUICE deve essere costruito degli ingegneri della Leonardo-Finmeccanica, la società italiana dovrà quindi realizzare il generatore fotovoltaico più grande mai pensato nella storia dell’esplorazione solare, dotato di dieci pannelli di ampiezza pari a  97 metri quadrati , e di celle fotovoltaiche realizzate con l’impiego dell’Arseniuro di Gallio, un cristallo che converte la luce solare in corrente elettrica anche a temperature bassissime e con condizioni di debole intensità di illuminazione.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!