Natale è alle porte e gli armadi sono stipati di regali e regalini comprati e non ancora incartati, nascosti lì nell’attesa del momento giusto per posizionarli sotto l’albero.

Impacchettare regali è un’attività che piace a pochi e che spesso richiedi metri e metri di carta e spago, per risultati non sempre soddisfacenti. Carta che porta fortuna strappare, finendo quindi nel secchio della differenziata senza essere degnata di un secondo sguardo. Esiste un modo per impacchettare i regali in modo sostenibile, usando materiali di riciclo ma al contempo creando un pacchetto che ci fa piacere consegnare?

Certamente. Anzi, di idee ce ne sono a bizzeffe. Ecco quelle che hanno colpito di più noi di EcoSost.

1. Rotoli di carta igienica finiti

Sono perfetti per contenere orecchini, collanine e bracciali magari realizzati da noi. Schiacciandone le estremità il nostro regalo rimarrà protetto dagli urti, e l’esterno può essere colorato a piacere con le tempere. Un pacchetto regalo semplice ed ecologico.

2. Carta da riviste

Un modo originalissimo per avere pacchetti diversi gli uni dagli altri è quella di usare la carta delle riviste che non leggiamo più. Scegliete le pagine più colorate, magari quelle con i fumetti, per avere un pacchetto personalissimo. Con la stessa carta si possono realizzare anche dei fiocchetti: tagliate i fogli a strisce e unitene le estremità per formare degli anelli. Gli anelli vanno poi schiacciati al centro ed uniti con la spillatrice per realizzare la nostra originale coccarda.

3. Carta velina

Se cucite spesso, o avete parenti che lo fanno, sicuramente troverete nelle scatole del cucito molti ritagli di carta velina bianca, di quella che, appunto, si usa per i cartamodelli. Decoratela a piacere e utilizzatela per incartare il vostro dono. Per un tocco di magia in più incollate del glitter sul pacchetto.

4. Fogli di giornale

Vale lo stesso discorso fatto per i fogli delle riviste. Per dare un tocco in più al pacchetto aggiungete uno spago, bacche rosse o fiori secchi.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te!

5. Vecchi atlanti

Le nostre case sono piene di vecchi atlanti di scuola ormai inutilizzabili. Mappe con disegnata l’URSS o la Jugoslavia di Tito che sono utili solo come memento. Invece di gettarli, perché non utilizzare quelle mappe come carta per incartare i vostri doni?

6. Vecchie camicie

Durante la nostra vita quante camicie si consumano e vengono buttate via? Conservatele per incartare una bottiglia di vino! Tagliate via una delle maniche e cucitene il fondo. Inserite la bottiglia e piegate bene il polsino. Per chiuderla basta un nastro, o anche una vecchia cravatta.

7. La carta del pane

Per un effetto molto rustico potete usare i vecchi sacchetti del pane per libri e abiti. Chiudete con le mollettine di legno e decorate con rametti o fiori secchi per un tocco di originalità in più.

8. Stoffa

 

Scampoli di stoffa o foulard che non usate più si sono accumulati nei vostri armadi? Ecco l’idea per incartare in modo originale il vostro regalo alle persone care. Molto carina anche la juta.

Quello che conta è il pensiero, è vero, ma un bel pacchetto è qualcosa che riempie di gioia gli occhi e il cuore.

Dedicate un po’ di tempo in più all’incartare per un risultato che lascerà tutti sorpresi, rispettando l’ambiente e la natura.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!