È targata Epson la nuova frontiera smart del riciclo di carta fai-da-te.

Alla fine di quest’anno è previsto infatti l’arrivo in Europa di PaperLab, la prima macchina in grado di riciclare carta usata e di produrne della nuova direttamente in ufficio, e per di più in modo completamente ecologico.

Grande circa 3 metri, il macchinario è stato pensato per dimensioni e costi (il prezzo si aggira intorno ai 75 mila dollari) per le grandi società che fanno ancora oggi un ampio uso di documenti cartacei e per le quali è quindi indispensabile coniugare l’esigenza di uno smaltimento rapido e pratico con la necessità di avere sempre a disposizione nuovi fogli di carta pronti all’uso.

La novità in casa Epson viene proprio incontro a questa domanda offrendo una grande facilità d’istallazione e un utilizzo del macchinario semplice e veloce, oltre che conveniente per la salvaguardia dell’ambiente.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te.

A rendere Paperlab così ecofriendly non è solo lo scopo con il quale è stata creata, vale a dire la produzione di carta riciclata, ma anche la modalità con cui questo avviene. Generalmente infatti per produrre un foglio A4 attraverso un tradizionale processo di riciclo c’è bisogno non solo di solventi chimici ma anche di una quantità d’acqua pari a quella contenuta in una tazza da the.

Il metodo che utilizza Paperlab, brevettato dalla società giapponese con il nome di Dry Fiber Technology, permette invece di portare avanti il processo senza fluidi chimici ed inoltre di preservare la risorse idriche del pianeta sfruttando un sistema di riciclaggio a secco. La procedura prevede infatti l’inserimento nella macchina del quantitativo di carta che si intende smaltire e quindi la sua riduzione in fibre di carta, in modo che tutte le informazioni contenute nei documenti spariscano con essi. In seguito queste fibre vengono triturate attraverso getti d’aria a ciclone, permettendo di produrre in poco tempo nuova carta pulita il cui formato, grammatura, colore e persino profumo può essere scelto e modificato dall’utente.

Secondo quanto diffuso dall’azienda, anche il rapporto tra quantità di materiale riciclato e tempo impiegato sarebbe sorprendente! La macchina permetterebbe infatti di produrre una media di 14 fogli A4 al minuto, il che vuol dire 6.700 fogli in una sola giornata lavorativa di 8 ore!

Un macchinario veramente straordinario soprattutto considerando da recenti studi è emerso che ogni due secondi viene distrutta un'area di foreste grande quanto un campo da calcio con conseguenze gravissime per il nostro ecosistema.

L’avvento di Paperlab, pur essendo per il momento destinato solo alle grandi aziende, fa ben sperare che in un futuro non molto lontano simili tecnologie possano arrivare nelle case di ognuno di noi in modo da rendere la pratica del riciclo sempre più diffusa e autonoma e salvaguardare la salute del nostro pianeta e quindi anche la nostra sopravvivenza.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!