Gli asparagi sono tra i grandi protagonisti dell’arrivo della primavera. Colorati, sfiziosi e scenografici ci permettono di dar vita piatti semplici ma al tempo stesso gustosi e di grande effetto capaci di regalare allegria alla tavola.

La preparazione di ricette a base di questa verdura tuttavia spesso produce un’abbondante scarto dovuto al fatto che la maggior parte delle volte si utilizzano solamente le teste mentre si tende a buttare via il gambo, essendo questa la parte più legnosa e di minore impatto visivo.

Per evitare che questa pratica conduca a un’inutile spreco vi propinammo di seguito 3ricette per un riuso creativo e gustoso dei gambi di asparago:

1) Polvere di asparagi

Questa idea è veramente originale e superutile. Ci permette infatti di trasformare i nostri gambi in una saporitissima polvere di asparago per condire i nostri futuri piatti, utilizzandola proprio come facciamo con le altre spezie della nostra dispensa.

Ingredienti:

-Gambi di asparago
-Sale (metà del peso essiccato dei gambi)
-2 spicchi d’aglio

Preparazione: mettete i gambi in una pentola e ricopriteli di acqua. Aggiungete quindi l’aglio e un pizzico di sale e portate ad ebollizione continuando a cuocere finché non saranno ben morbidi.
Quindi stendeteli su una teglia e tagliateli prima in senso orizzontale, riducendoli a pezzetti più piccoli, poi in senso verticale, in modo da aprirli. Metteteli in forno ad una temperatura di 70/80 gradi per circa tre ore, o almeno finché non vedrete che si saranno seccati bene. Una volta pronti tirateli fuori, fateli raffreddare, pesateli e metteteli nel bicchiere del frullatore. Calcolate la metà del loro peso e aggiungete la corrispondente misura di sale. Azionate l’elettrodomestico e continuate a macinare finché non avrete ottenuto una polvere molto fine. Quindi versate tutto in un barattolo e…voilà! La vostra spezia handmade è pronta!

Clicca qui e cerca tutti i negozi e gli alimentari bio più vicini a te!

2)Polpette di gambi di asparagi

Sfiziosa e veloce questa ricetta può essere un’ottima soluzione per far gustare gli asparagi anche ai più piccoli! Provare per credere!

Ingredienti

-200 gr gambi di asparagi
-1 patata di media grandezza
-1 uovo
-Parmigiano grattugiato q.b.
-Pan grattato q.b.
-Sale
-Pepe

Preparazione: dopo aver lavato i gambi degli asparagi, levate delicatamente con un pelapatate la parte esterna, più fibrosa e, dopo averli tagliati a pezzetti molti piccoli, fateli rosolare in padella con un filo d’olio. Quando saranno dorati aggiungete dell’acqua calda per continuare la cottura finché non saranno molto morbidi. Nel frattempo fate bollire la patata, schiacciatela e fatela raffreddare. Quando anche i gambi saranno cotti metteteli in un mixer con la patata, l’uovo e il parmigiano lavorandoli fino ad ottenere un composto ben omogeneo e aggiustando di sale e pepe.  Formate allora le polpette, passatele nel pangrattato, disponetele su una teglia con un filo d’olio e infornatele a 180° per circa 20 minuti. Buone sia calde che fredde, saranno ottime anche per un originale aperitivo!

3) Gnocchetti ai gambi di asparagi

Ricetta del riciclo o piatto per le grandi occasioni? Entrambe le cose! Con questa portata non solo eviterete inutili sprechi ma farete anche un figurone con i vostri ospiti

Ingredienti:

-200 gr di gambi di asparagi
-200 gr di ricotta
-2 cucchiai di parmigiano
-Farina q.b.
-Sale
-Pepe
-Burro e salvia per condire

Preparazione: pulite con un pelapatate i gambi privandoli della parte più esterna e poi fateli bollire finché non saranno ben morbidi. Quindi metteteli in un frullatore insieme alla ricotta, al parmigiano e a un pizzico di sale e pepe, mixando fino ad ottenere un composto morbido.
A questo punto versate il tutto in una ciotola e iniziate ad aggiungere gradualmente la farina, valutando da voi stessi la quantità richiesta dalla preparazione. Quello che dovrete ottenere è un impasto elastico e facilmente lavorabile, che non si attacca alle mani. Formate una palla, infarinatela e lasciatela riposare per 20 minuti sotto un canovaccio.
Una volta trascorso il tempo separate l’impasto in porzioni più piccole, fatene dei piccoli cilindri e tagliateli rispettando misure regolari, in modo da formare gnocchetti di grandezza simile. E’ tempo di cuocere: buttateli in acqua bollente e appena vengono a galla tirateli fuori e conditeli con burro, salvia e parmigiano a piacere! Una bontà anti spreco assolutamente da provare!

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!