Il nostro appuntamento settimanale quest’oggi verte su un tema che ci è molto caro, soprattutto in vista delle imminenti partenze direzione mare: l’abbronzatura.

In passato vi abbiamo già fornito dei consigli utili su come attenere un’abbronzatura perfetta, ma spesso, per noi italiani amanti del sole, non è abbastanza e commettiamo degli errori che possono compromettere la salute della nostra pelle. Qual è la #sceltagiusta allora?

Non rinunciate mai alla protezione solare, soprattutto se è la prima esposizione al sole. Di recente lo strato di ozono che protegge la Terra è ai minimi storici e i raggi UVB e UVA sono pericolosissimi. Anche se la giornata non vi sembra caldissima e un venticello fresco vi solletica il viso, mettete la crema mezz’ora prima dell’esposizione (meglio metterla a casa quindi che in spiaggia) e riapplicatela dopo ogni bagno, anche se avete acquistato una crema idrorepellente. Non è vero che con un fattore alto non ci si abbronza, anzi! Le creme sono state inventate proprio per proteggere la nostra pelle e per avere un’abbronzatura uniforme. Mettete la crema anche se pensate di passare la giornata sotto l’ombrellone o se il cielo è nuvoloso. Né le nuvole, né la stoffa dell’ombrellone sono uno schermo sufficiente per i raggi solari.

Ricordate però di verificare sempre che la crema non sia scaduta; una crema scaduta perde infatti di efficacia e sarebbe come non mettere nulla.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te

Esponetevi gradualmente al sole, il segreto di una pelle sana è abituarla gradualmente e bere molta acqua.  Ma soprattutto non cedete alla tentazione del “tutto subito” ed evitate le ore fra le 12 e le 15 con il sole a picco, è pericolosissimo! Ricordate anche di mettere una crema doposole ogni giorno dopo la doccia.

Evitare di depilarvi durante le 24 ore precedenti all’esposizione al sole ed evitate di mettere profumi o deodoranti a base alcolica, potreste incorrere in fastidiose irritazioni e dermatiti.

La scelta giusta è sempre la salute, non l’abbronzatura. Scegliete una pelle di una tonalità più chiara ma in salute che una pelle scurissima ma a rischio di malattie serie come il melanoma.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!