Le feste sono ormai tristemente finite e si torna a scuola, all’università e al lavoro, un po’ appesantiti dal troppo cibo e un po’ offuscati dal turbinio di parenti e amici che sono passati per le nostre case per festeggiare Natale e Capodanno.

Ci sentiamo confusi e poco inclini a riprendere i normali ritmi di lavoro e le lunghe ore di studio che scandiscono l’anno scolastico. Quali sono i metodi per riprendere a studiare, e perché no anche lavorare, in modo efficace e a concentrarsi su un compito senza che la mente parta a caccia di farfalle?

1. Come hanno sempre consigliato maestre e professoresse evitate di recuperare tutto all’ultimo secondo. Diluendo il tutto nel tempo, il cervello riesco a codificare più agevolmente le informazioni in sinapsi e la lettura diviene vero apprendimento. Questo principio si applica allo studio ma anche alle lunghe relazioni di lavoro.

2. Dormite bene, evitate di rimanere in piedi la notte per finire un lavoro, o un libro. In questo modo stancherete solamente il vostro cervello, danneggiandone le capacità mnemoniche e di elaborazione.

3. Stabilite un traguardo, non necessariamente ambizioso, ma avere uno scopo da raggiungere aumenterà la concentrazione, e vederlo compiuto sarà un balsamo per l’autostima.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te!

4. Continuate ad esercitarvi sempre, anche con test ed esercizi, finché non avete la sensazione di essere in grado di rispiegare l’argomento in modo semplice e chiaro.

5. Scegliete un luogo tranquillo che vi aiuti a raggiungere la concentrazione più facilmente e a mantenerla più a lungo. Spegnete il cellulare e bloccate l’accesso ai social network dal pc, per evitare distrazioni nei momenti di massima concentrazione.

6. Concedetevi delle piccole pause, per mangiare un cioccolatino, sgranchirvi le gambe o dare un’occhiata veloce ai messaggi. Questo eviterà il fastidioso mal di testa da troppa concentrazione e il bruciore agli occhi per aver passato troppo tempo guardando lo schermo di un pc o la pagina di un libro.

7. Sottolineate, prendete appunti e fate schemi per aiutare la vostra memoria e ricordate meglio. Una tecnica antica ma molto efficace è quella dei loci, già nota agli allievi di Cicerone. Stabilite una scaletta delle parole chiave del testo che avete di fronte e immaginate di disporle lungo un percorso che conoscete bene, fino ad arrivare a casa vostra. Per ricordare ciò che avete letto e studiato sarà sufficiente percorrere mentalmente il percorso e recuperare tutte le parole chiave, fino ad arrivare a casa. Ci vuole del tempo per impadronirsene a dovere, ma è una tecnica estremamente efficace.

Ritornare alla routine, soprattutto dopo una pausa breve ma intensa come quella natalizia, non è sempre facile, ma con questi trucchi organizzare il proprio lavoro e il proprio studio potrà sembrare un po’ più leggero.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!