Pochi mesi fa abbiamo parlato di una delle decisioni più importanti prese dall'Ue in campo di sostenibilità: la messa in bando della plastica monouso.

Il Parlamento ha finalmente approvato le norme che impongono agli Stati membri la riduzione di contenitori per alimenti, cannucce, bicchieri, piatti, posate etc fissando il divieto entro l'anno 2021.

Una data troppa lontana, visto e considerato che la plastica ci sta letteralmente sommergendo. Per fortuna molti paesi si stanno già attivando al fine di ridurre fin da subito l'utilizzo di questo materiale considerato ormai pericoloso, per noi e per il nostro pianeta.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te

Ma oggi vogliamo parlare del nostro paese. Si, perchè pochi giorni fa la Giunta regionale del  Lazio ha approvato un provvedimento che introdurrà progressivamente il divieto dell’uso di bicchieri, piatti, stoviglie e cannucce di plastica nei servizi di ristorazione presenti nelle varie sedi (bar, mense, tavole calde).

L’ente locale laziale procederà attraverso il piano regionale “Lazio Plastic Free”, articolato in 5 azioni e 10 mosse e fondato sulle 5R (Riduci, Recupera, Ricicla, Rigenera, Riusa)

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, dichiara:

"Nel 2019 abbiamo l’obiettivo di eliminare la plastica in tutto il sistema regionale: sarà una fase complessa, ma si tratterà di un altro importante tassello per voltare pagina anche su un grande tema, che favorirà la riduzione dei rifiuti e la sostenibilità ambientale. Il Lazio diventerà quindi sempre più Regione plastic free."

Positivo anche il commento di Rosalba Giugni, presidente Marevivo, " Siamo felici che la Regione Lazio sia stata la prima a diventare plastic free e abbia deciso di vietare, dal prossimo anno, l’uso di bicchieri, piatti, stoviglie e cannucce di plastica nei servizi di ristorazione presenti nelle varie sedi (bar, mense, tavole calde). Come Marevivo ci siamo mobilitati con la nostra campagna #StopSingleUsePlastic, lanciando anche una petizione su Change.org, per chiedere ai palazzi della politica di dare per primi il buon esempio. Abbiamo scritto anche a tutti i ministeri, istituzioni, sindaci delle isole minori ed università. Questa decisione rappresenta un’ulteriore vittoria contro l’inquinamento provocato dall’usa e getta, ma deve essere seguita anche da una campagna di sensibilizzazione che educhi i cittadini a uno stile di vita che preveda il consumo moderato delle risorse, il riuso e il corretto riciclo. Ci auguriamo che l’esempio del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, e ora del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e di tanti comuni che hanno approvato l’ordinanza, possa essere seguito anche da altri."

Ci auguriamo che questo diventi un esempio per tutte le altre regioni italiane, perchè il problema plastica va risolto al più presto!

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!