Chi l’ha detto che per coltivare degli ortaggi bisogna avere a disposizione un grande giardino? Oggi, sono sempre di più le persone che decidono di realizzare un orto tra le mura di casa. Questa, infatti, è una soluzione comoda e facile da realizzare per coltivare prodotti biologici. Per la progettazione di questi giardini indoor non bisogna essere degli esperti ma basta scegliere con attenzione le piante e il metodo di coltivazione.

La classica coltivazione in terreno è il modo più semplice per far crescere le piante in casa. Tuttavia, questa opzione può risultare poco pratica perché il terriccio può sporcare. Esiste, però, un’alternativa molto interessante, la tecnica idroponica, che consiste nel far crescere le piante in acqua.

È una pratica che risale all’antica Grecia, ma oggi è molto in voga perché permette di ottenere ottimi risultati ed è una scelta sostenibile. Consente, infatti, il riciclo di materiali per la costruzione del sistema ma anche di ridurre i consumi d’acqua rispetto alla classica irrigazione. Il principio è quello di realizzare un ciclo continuo in cui l’acqua parte da un vaso o vasca e raggiunge le piante attraverso dei tubi che la riportano al punto di partenza. Realizzare un sistema idroponico non è difficile: basta procurarsi una pompa ad immersione, dei tubi e alcuni vasi per le piante. La grandezza di questi materiali varia a seconda delle tue esigenze ma, in generale, non occupa molto spazio. È importante, tuttavia, posizionare le piante vicino ad una finestra in modo che possano assorbire la luce naturale e crescere in modo sano. Per ottenere il miglior risultato, contatta un giardiniere della tua zona sia per la progettazione che per la realizzazione.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te!

Una volta realizzato il tuo sistema indoor, non resta che procedere alla piantumazione. È importante scegliere le piante più adatte alla coltivazione al chiuso. Tra tutte, quelle aromatiche sono le più facili da mantenere. Tra tutte, il basilico è quello più presente nelle nostre case ed essenziale in cucina. Per farlo crescere nel modo migliore, sia che tu scelga il sistema idroponico o la coltivazione in terreno, ricorda di annaffiare la pianta ogni mattina, senza esagerare con l’acqua. Inoltre, posiziona il basilico in una zona luminosa ma non esposta direttamente ai raggi solari. Infine, ricorda di tagliare le cime della pianta almeno una volta ogni due settimana in modo che possa crescere rigogliosa. Un'altra erba aromatica facile da coltivare in casa è l'origano, una pianta perenne molto resistente che si adatta facilmente ad ogni tipologia di coltivazione. Al contrario del basilico, non richiede molta acqua e ama la luce, che aiuta la pianta a sviluppare il suo caratteristico profumo.

Per quanto riguarda gli ortaggi, meglio optare per quelli che richiedono poco spazio come, ad esempio, l’aglio, i pomodori, i peperoncini, la lattuga e gli spinaci. Queste piante necessitano di molto sole, in particolare i pomodori che hanno bisogno di circa 12 ore di luce al giorno. È consigliato, quindi, utilizzare di un’illuminazione LED, che promette risultati ottimali, soprattutto se si utilizzate in combinazione con la coltura idroponica.

Adesso che hai le informazioni base, non ti resta che iniziare a progettare l’orto indoor a seconda delle tue esigenze.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!