È arrivata la primavera! Oltre a giornate più lunghe, più assolate e prati in fiore, porta con se alcuni risvolti negativi poco piacevoli, come pollini e allergie.

Ormai siamo più che esperti nel curare le nostre allergie personali, ma abbiamo mai pensato a cani e gatti?

Secondo un’indagine, la Pet Allergy Worldwide Survey, più del 44% dei proprietari non sa riconoscere l’allergia nei propri animali, per quanto li ami. Anche cani e gatti, proprio come noi, reagiscono ad un agente esterno, il cosiddetto allergene, che produce una reazione inaspettata.

Alcune domande e risposte utili che ci permetteranno di capire quando il nostro amico a quattro zampe ha bisogno di aiuto.

1. Quali sono i più diffusi?

In particolare i pollini, ma non vanno trascurati neanche i parassiti.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te

2. Quali sono i principali sintomi?

Prurito. Gli animali si grattano, si leccano compulsivamente le zampe e sfregano il muso contro ogni superficie possibile. Con il tempo ciò può provocare delle lesioni, perciò fate attenzione a questi comportamenti, soprattutto se si intensificano in primavera.

A ciò si aggiungono arrossamento della cute, perdita di pelo, problemi respiratori.

3. Come si previene l’allergia di primavera?

Pulendo! Bastano poche accortezze per mantenere in salute i nostri amici a quattro zampe. L’igiene è fondamentale, soprattutto spazzolare con cura il pelo e pulire bene le zampe dopo essere rientrati,

Chiede sempre aiuto al veterinario se sospettate un’allergia, cani e gatti hanno bisogno delle stesse attenzioni che riserviamo a noi stessi.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!