Purtroppo evitare di produrre rifiuti al giorno d'oggi è praticamente impossibile ma imparare a fare la raccolta differenziata nel modo corretto è già qualcosa.

E' un gesto di rispetto nei confronti della natura e del nostro pianeta ma soprattutto è un grande passo avanti contro l'inquinamento.

Molti di noi sono ormai abituati a fare la raccolta differenziata eppure capita a tutti di commettere qualche errore o di non sapere dove buttare un determinato oggetto perchè non si sa da quale materiale sia composto.

In Italia non ci sono regole uniformi e in ogni città esistono modalità di raccolta diverse ma qui di seguito vogliamo riportare alcune regole generali e consigli che possono essere utili a tutti.

1. Cercate di ridurre al minimo il volume dei vostri rifiuti. Come? Accartocciando bottiglie e lattine, piegando scatole e scatoloni, impilando piatti e bicchieri usa e getta etc etc.

2. Nel cassonetto della carta potete buttare carte e cartoni e oggetti di cellulosa di tutti i tipi a patto che non siano sporchi o unti! Fazzoletti sporchi, cartoni di pizza, scontrini, tovaglioli usati e quant'altro non andranno nella carta ma nell'indifferenziato.

3. Nei cassonetti per plastica, alluminio e vetro potete  buttare dispenser di sapone, flaconi di detersivo, barattoli di yogurt, vaschette di plastica, bottiglie, bicchieri, alluminio, sacchetti, barattoli. Attenti a non buttare invece oggetti in plastica dura come bacinelle, oggetti in terracotta o porcellana, giocattoli vari, penne, lampade e lampadine pyrex etc. Prima di buttare qualsiasi confezione ricordatevi di lavarla per bene!

4. Ricordatevi di non gettare mai l'olio esausto nel lavandino o nel water ma riponetelo in un contenitore ben chiuso e portatelo in discarica.

5. Per quanto riguarda l'umido il discorso è più semplice infatti possiamo inserire in questi cassonetti ogni tipo di avanzo di cibo (crudo e cotto), alimenti scaduti, ossa, caffè, terra, scarti di frutta ma anche cialde di caffè, fazzoletti sporchi, lettiere per gatti, tisane. Non buttate invece capelli, cibo imballato, pannolini sporchi e liquidi.

Cerca aziende che si occupano di Smaltimento  e Recupero di Rifiuti

6. Nel cassonetto dell’indifferenziata andrà tutto ciò che non può essere gettato nell’umido e negli altri cassonetti, quindi: carta oleata o plastificata, piatti e bicchieri di plastica sporchi , pannolini e assorbenti igienici, terracotta, pyrex, gomma, carte sporche, mozziconi di sigarette e tutti i rifiuti composti da più materiali.

7. I rifiuti definiti ingombranti quali materassi, legno, cuscini, armadi, tavoli, poltrone, divani, reti per letto, sedie etc vanno portati all’isola ecologica.

8. Anche gli elettrodomestici non possono essere gettati nella spazzatura e vanno consegnati all’isola ecologica di zona oppure portati in negozi di elettrodomestici e rivenditori che li ritireranno gratuitamente e provvederanno a smaltirli nel modo corretto.

9. Gli indumenti come scarpe, cinture, vestiti, coperte etc vanno portati negli appositi cassonetti sparsi per le strade. Nel caso in cui fossero in pessime condizioni e quindi non riutilizzabili andranno gettati nell'indifferenziato.

10. Se avete qualsiasi dubbio non fate l’errore di lasciare i rifiuti vicino ai cassonetti ma portateli all’isola ecologica più vicina

La maggior parte dei rifiuti che produciamo è riciclabile se smaltita in modo corretto, quindi facciamo un piccolo sforzo per differenziare la nostra spazzatura e il pianeta ci ringrazierà!

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!