Veicoli condivisi o personali? Due sistemi a confronto

Dai dati statistici dell’Osservatorio Nazionale Sharing Mobility emerge che la mobilità condivisa è in costante crescita nel nostro Paese. Sempre più persone si avvicinano ad un tipo di trasporto che fino a qualche tempo fa sembrava impensabile, rinunciando a possedere un mezzo di trasporto proprio per affidarsi invece ad un sistema flessibile e ricco di vantaggi.

Cosa li spinge a questa decisione? Quali sono i pro della mobilità condivisa?

Il motivo principale per cui sempre più utenti si avvalgono di questo servizio è legato ai costi crescenti di gestione dell’automobile. Non tanto i carburanti quanto più che altro le assicurazioni, le tasse e le manutenzioni necessarie per mantenere il proprio veicolo in perfette condizioni.

Con lo sharing invece, sia di auto che di scooter, queste spese vengono eliminate.

Basta assicurazione, rifornimenti, tasse aggiuntive e riparazioni. Il mezzo si prenota, si accende e si parte. Guasti e riparazioni possono essere segnalati all’ente gestore del servizio che, in men che non si dica, provvede alla riparazione e alla sostituzione.

 

Per questo si ha sempre a disposizione un mezzo efficiente, pulito e veloce.

Clicca qui, per conoscere parchi e aree verdi vicino a te!

A ciò si aggiunge il costo delle famose strisce blu, i parcheggi a pagamento, che sono già inclusi nel servizio. Addio quindi a tagliandini e orari da ricordare!

Quali sono gli altri vantaggi?

L’altro vantaggio importante, da tenere in considerazione se si vuole rispettare l’ambiente, è la riduzione delle emissioni di CO2.

Il numero di veicoli in circolazione diminuisce drasticamente, in un rapporto di 9 a 1, riducendo in questo modo anche le emissioni inquinanti. Se tutti utilizzassero il servizio condiviso i veicoli in circolazione sarebbero molto meno, con un innegabile vantaggio per l’aria delle nostre città e l’ambiente. Anche, e soprattutto, nei centri storici delle nostre città.

A questi due punti chiave si unisce una velocità e una facilità di movimento all’interno della città che altrimenti sarebbe difficile trovare. L’accesso alle ZTL è incluso nel servizio, perciò anche andare in centro il sabato sera non è più un problema, né trovare parcheggio, cosa che non sempre si può dire del nostro veicolo personale, soprattutto per chi abita nei centri urbani più grandi.

Proprio per questi motivi noi di EcoSost abbiamo scelto eCooltra, il servizio di scooter sharing che potete trovare anche sulla nostra piattaforma. Veloce e sicuro non pone limiti alla nostra voglia di movimento per la città.

Trovi tantissimi altri consigli utili e semplici per la quotidianità nella nostra guida pratica al risparmio ecosostenibile. Scaricala, è gratis!