Milano..moda, futuro, movida e…sostenibilità!

Sembra assurdo eppure anche in metropoli come Milano possono nascere iniziative all’insegna del Green Thinking e della sostenibilità.

Quest’autunno, all’interno del Parco Nord, prenderà vita un bosco condiviso a cui i cittadini milanesi potranno accedere per prendersi cura degli alberi e farli crescere, per poi raccoglierne i frutti al momento giusto.

Un’area molto ampia, con oltre 10mila mq, ospiterà quasi 2000 piante tra cui pero selvatico, biancospino, carpino, ciliegio, frassino, melo selvatico, acero, nocciolo, , prugnolo, rosa canina, sanguinella, quercia e tiglio. Tutte le piante sono state scelte e selezionate da Etifor, spin-off dell’Università di Padova.

Un meraviglioso ecosistema, nato anche grazie alla collaborazione con la catena di ristoranti That’s Vapore, l’Università di Padova e WoW Nature, il portale attraverso il quale si potranno richiedere le adozioni.

Piante, arbusti ed alberi si potranno adottare appunto attraverso il portale per le riforestazioni in crowdfunding wownature.eu e con il supporto dei “Green Saturdays” organizzati dalla catena di ristoranti milanese specializzata in cucina naturale That’s Vapore che, dall’11 luglio scorso, hanno dedicato il 50% dei ricavi dei loro piatti vegetariani proprio a questa iniziativa.

Una volta adottata la propria pianta i cittadini potranno andare a visitarla e prendersene cura, e, una volta cresciuti i frutti, potranno raccoglierli e portarli a casa!

Non solo alberi e arbusti però potranno trovare dimora in questo piccolo polmone verde ma anche erbe officinali, bacche, ortaggi, alberi da legno e molto altro, il tutto in piena sinergia con la fauna che abita questo parco meraviglioso.

Grazie ad un QR code poi, i vistatori potranno scoprire storia, usi e ricette delle piante, attraversando tre percorsi stagionali autunnale, primaverile, estivo.

Un vero e proprio ecosistema alle porte della amatissima Milano.